I Concetti base delle norme europee del Settore Alimentare

Al fine di spiegare a tutti gli interessati il nuovo approccio adottato in materia di igiene dei prodotti alimentari dal 1/1/2006 la Direzione Generale per la tutela e la salute dei consumatori (DG Health and Consumer Protection) ha pubblicato una rivista on-line ” Igiene e Sicurezza Alimentare ” (FOOD Hygiene & Safety) , che spiega e documenta le attuali regole. Il documento è anche in italiano ed è molto chiaro nel spiegare i concetti fondamentali su cui si basano i regolamenti.


La legislazione comunitaria copre tutte le fasi della produzione, trasformazione, distribuzione e immissione sul mercato di prodotti alimentari destinati al consumo umano. 
‘Immissione sul mercato’ significa la detenzione di alimenti a scopo di vendita, comprese l’offerta di vendita o qualsiasi altra forma di trasferimento, gratuito o oneroso, nonché la vendita, la distribuzione e le altre forme di trasferimento. 
Il Libro bianco pubblicato nel 2000 presenta una nuova strategia ispirata all’esigenza di garantire un elevato livello di sicurezza alimentare. Nel Libro bianco sulla sicurezza alimentare la Commissione(dell’UE) ha delineato una radicale revisione delle norme in materia di igiene per la sicurezza alimentare. Gli operatori del settore alimentare devono assumersi la responsabilità della sicurezza degli alimenti attraverso tutta la catena alimentare “dalla fattoria alla tavola”.
Le attuali norme in materia di igiene sono stati adottati nel mese di aprile 2004 dal Parlamento europeo e dal Consiglio. Sono diventate applicabili dal 1 ° gennaio 2006. 

Sono stati previsti i seguenti atti fondamentali:

• Regolamento (CE) 852/2004 in materia di igiene dei prodotti alimentari
• Regolamento (CE) 853/2004 che stabilisce norme specifiche in materia di igiene per gli alimenti di origine animale
• Regolamento (CE) n. 854/2004 che stabilisce norme specifiche per l’organizzazione di controlli ufficiali sui prodotti di origine animale destinati al consumo umano
• Direttiva 2004/41/CE che abroga alcune direttive in materia di igiene dei prodotti alimentari e alle condizioni sanitarie per la produzione e immissione sul mercato di alcuni prodotti di origine animale destinati al consumo umano e che modifica le direttive del Consiglio 89/662/CEE e 92/118/CEE del Consiglio e La decisione 95/408/CE, il 21 aprile 2004 

Le nuove norme in materia di igiene terrà conto in particolare dei seguenti principi: 
• La responsabilità primaria per la sicurezza alimentare a carico degli operatori del settore alimentare; 
• Garantire la sicurezza degli alimenti lungo tutta la catena alimentare, a partire dalla produzione primaria; 
• Attuazione generale delle procedure basate sui principi del sistema HACCP; 
• Applicazione dei requisiti di base comuni in materia di igiene, eventualmente ulteriormente specificati per alcune categorie di prodotti alimentari; 
• Registrazione o approvazione, per alcuni stabilimenti alimentari; 
• Sviluppo di manuali di buona prassi igienica e di autocontrollo per l’applicazione dei principi del sistema HACCP. Da utilizzarsi come uno strumento prezioso per aiutare gli operatori del settore alimentare per conformarsi alle nuove norme 
• Flessibilità prevista per alimenti prodotti in zone remote (alta montagna), e per la produzione con metodi tradizionali. 

La produzione primaria e la preparazione domestica di alimenti destinati al consumo privato non sono regolamentati da norme comunitarie. 
Altri Regolamenti chiave correlati:
• Regolamento (CE) n. 178/2002 che stabilisce i principi ei requisiti generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorità europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della sicurezza alimentare 
• Regolamento (CE) n. 882/2004 relativo ai controlli ufficiali intesi a verificare la conformità alla normativa in materia di mangimi e di alimenti e alle norme sulla salute e sul benessere degli animali
• Direttiva 2002/99/CE, direttiva del Consiglio che stabilisce norme di polizia sanitaria per la produzione, la trasformazione, la distribuzione e l’introduzione di prodotti di origine animale destinati al consumo umano


Regolamenti applicativi:

• regolamento (CE) n. 2073/2005 del 15 novembre 2005 sui criteri microbiologici applicabili ai prodotti alimentari. 
• regolamento (CE) n. 2074/2005 del 5 dicembre 2005 recante modalità di attuazione relative a taluni prodotti di cui al regolamento (CE) n. 853/2004 del parlamento europeo e del consiglio e all’organizzazione di controlli ufficiali a norma dei regolamenti del parlamento europeo e del consiglio (CE) n. 854/2004 e (CE) n. 882/2004, deroga al regolamento (CE) n. 852/2004 del parlamento europeo e del consiglio e modifica dei regolamenti (CE) n. 853/2004 e (CE) n. 854/2004
• regolamento (CE) n. 2075/2005 del 5 dicembre 2005 che definisce norme specifiche applicabili ai controlli ufficiali relativi alla presenza di trichine nelle carni 
• regolamento (CE) n. 2076/2005 del 5 dicembre 2005 che fissa disposizioni transitorie per l’attuazione dei regolamenti del parlamento europeo e del consiglio (CE) n. 853/2004, (CE) n. 854/2004 e (CE) n. 882/2004 e che modifica i regolamenti (CE) n. 853/2004 e (CE) n. 854/2004